Maurice Barraud

Ritratti femminili, scene con spiagge e balconi, nudi e paesaggi mediterranei assolati: i motivi di Maurice Barraud, artista originario di Ginevra, rivelano non solo le sue preferenze personali, ma anche l'appartenenza all'arte moderna classica, in cui si erano affermati soggetti della vita quotidiana e la pittura en plein air. Nell’opera di Barraud questi temi si traducono in immagini che trasmettono un’atmosfera di pace e ottimismo.

Avanti

Nonostante oggi non siano più oggetto di disapprovazione, i dipinti di Barraud sono però nati come opposizione alla pittura paesaggistica nostalgica e idealizzante. Nel 1914 fu infatti uno dei fondatori a Ginevra del gruppo di artisti «Le Falot» (Il fanale), indirizzato verso un tipo di pittura moderno e autentico. Dal 1917 il movimento pubblicò per due anni una rivista e Barraud curò la presentazione grafica della prima pagina, vista la sua formazione professionale in tale ambito. La predilezione di uno stile pittorico innovativo si abbinava alla passione per i fenomeni belli e splendenti del mondo. Il suo soggetto preferito era la donna, rappresentata in diverse situazioni, ma sempre fedele allo stesso typus: viso ovale con naso lungo e sottile, carnagione luminosa e corpo formoso. Altre fonti di ispirazione dell’artista furono gli innumerevoli viaggi verso il sud (Italia, Spagna, Algeria) e successivamente la sua seconda residenza in Costa Azzurra. I quadri in possesso della Mobiliare rappresentano quindi i due temi predominanti nella produzione artistica di Barraud, caratterizzata da una gamma ridotta di colori tenui e da forme semplici.

Oggi poco noto, Barraud ottenne invece notevoli riconoscimenti mentre era in vita. Negli anni 1920 i suoi dipinti erano esposti nella Galleria Moos di Ginevra, allora la più grande della Svizzera, che presentava anche opere di Ferdinand Hodler. Ricevette inoltre diversi incarichi per la realizzazione di pitture murali monumentali. La più famosa è quella per la stazione ferroviaria di Lucerna (1929) che fu spostata nel 1971 a seguito un incendio dell’edificio e da allora adorna la facciata occidentale.

 

Maurice Barraud è nato nel 1889 a Ginevra (Svizzera), dove è morto nel 1954.

Campi di attività: pittura, disegno, grafica per stampa, pittura murale

X Meno
vedi anche