Stéphane Kropf

© Stéphane Kropf

I motivi di Stéphane Kropf sono tratti dalla vita quotidiana. Può trattarsi di uno scontrino di acquisto, della ricevuta di un ristorante o di un vecchio biglietto delle Ferrovie federali svizzere FFS. L'artista non vuole rappresentare la realtà, quanto piuttosto attirare l'attenzione su oggetti secondari che contengono più bellezza di quanto sospettato. Le sue rappresentazioni di motivi alpini basate sui biglietti FFS sono soggetti che vogliono veicolare qualcosa di magico e sensuale.

Avanti

Il dipinto di Stéphane Kropf attrae l'attenzione degli osservatori servendosi di vibrazioni ottiche. Nei quadri il colore rivela la sua piena potenza solo quando chi osserva si sposta continuamente davanti ai dipinti abbandonandosi completamente alla contemplazione. L'artista esamina come sia possibile generare impressioni e illusioni nella pittura. Nei quadri in possesso della Mobiliare, Kropf ha posto in orizzontale la medesima catena montuosa raffigurata sui biglietti FFS, l'ha ingrandita notevolmente e ha ridipinto il tutto con lo scintillante motivo anticontraffazione impiegato per i biglietti. A seconda del colore scelto, l'atmosfera del quadro cambia. Possiamo ammirare un Land of the Magic Windows, un Land of the Sun o un Land of the 1000 Dances. È affascinante osservare come un biglietto stampato da un distributore automatico si trasformi in un quadro.

Stéphane Kropf è stato incaricato dai responsabili della fiera Art Basel di creare la sezione permanente «Artists Records» alla Art Unlimited. È responsabile dei corsi di studi bachelor alla Scuola cantonale d’arte di Losanna, dove è anche curatore della galleria dell'istituto, l'Espace lausannois d’art contemporain (ELAC).

Stéphane Kropf è nato a Losanna (Svizzera) nel 1979, vive e lavora a Lavaux (Svizzera).

Campi di attività: pittura, pittura murale, scultura

X Meno