Ueli Berger

© Ueli Berger

«Sono un pittore che non dipinge», ha detto di sé Ueli Berger. Ma in compenso, partendo da una formazione in tale campo, è giunto ad esplorare nella sua opera i confini tra arte, design e architettura, «High» e «Low», interni ed esterni. Sia come artista che come designer ha saputo aprire con acutezza e intelligenza nuove prospettive sulle cose del quotidiano.

Avanti

In collaborazione con la moglie Susi ha sviluppato oggetti famosi come la Soft Chair (1967), la Wolkenlampe (1970) o la Schubladenstapel (1982). Berger è riuscito a realizzare l'idea di unire tra loro arte e realtà non solo nel design dei suoi elementi di arredamento, ma anche in numerose opere d'arte in spazi pubblici. Una di queste è installata proprio davanti all'edificio principale della Mobiliare di Berna: la scultura in acciaio Chribel, di colore rosso e alta 16 metri. Berger ha conferito con essa un tocco di vivacità allo sfondo architettonico grigio – e ha regalato alla propria città natale, Berna, un simbolo con riferimento alla realtà locale già assurto ad elemento irrinunciabile del profilo urbano: la parola «Chribel» indica in svizzero tedesco uno scarabocchio, un testo scritto o una firma illeggibili. È ovvio che questa scultura faccia pensare anche alla firma di un contratto, evento quotidiano nell'attività assicurativa. La Mobiliare possiede sette opere di Ueli Berger, tra cui anche tre legate al Chribel: lavori preparatori su carta, ma anche una creazione realizzata da Berger l'anno dopo l’installazione e che riprende lo stesso tema. Il soffermarsi ad esaminare una tematica specifica è stato un tratto caratteristico della sua opera artistica.

Berger, che dopo gli anni di formazione ha lavorato presso diversi uffici d'architettura giungendo poi all'arte libera e al design industriale, è stato uno degli esponenti più eclettici della propria generazione sulla scena creativa svizzera. In campi come l'arte oggettuale, il disegno e la fotografia è stato sempre in grado di stupire il pubblico con le sue idee originali. Per questo gli sono state dedicate numerose esposizioni e ha incontrato grande apprezzamento da parte degli acquirenti.

Ueli Berger è nato a Berna (Svizzera) nel 1937, dove è morto nel 2008.

Campi di attività: scultura, installazioni, arte nell'architettura, arte in spazi pubblici, Land Art, fotografia, grafica per stampa, disegno

X Meno