Yves Netzhammer

© Yves Netzhammer; Fotograf Andri Pol

Con i disegni e le animazioni l’artista svizzero Yves Netzhammer, noto a livello internazionale, tematizza gli intrecci di relazioni tra individuo e ambiente, tra mondo interiore ed esteriore. Le figure e gli oggetti lisci e minimalisti creano un linguaggio formale inconfondibile che si mantiene sempre attuale anche con il passare del tempo. Lo stesso linguaggio caratterizza anche le installazioni che riempiono lo spazio con oggetti realizzati appositamente.

Avanti

Già nei disegni traspare la sobria estetica tridimensionale di Netzhammer, che si può vedere anche nelle opere nella collezione della Mobiliare. Una serigrafia tratta da una serie di sei esemplari mostra due avambracci con dita rosso sangue tesi verso l’alto. In ciascun avambraccio si apre contemporaneamente un’altra mano, più piccola, che va nella direzione opposta. Alle dita di queste ultime sono legati dei fili come se ci fosse una marionetta al di fuori del campo dell’immagine. Le gocce sui fili fanno pensare a tante vene, dando l'impressione che le mani non reggano una vita sola, ma diverse. In un’altra opera una figura fluttua sopra un disco verde mentre sta per trasformarsi in un albero. Nell’animazione digitale l’artista trova, come lui stesso spiega, uno spazio aperto e non soggetto alla gravità, in cui tutto scorre. Le opere di Netzhammer sono fortemente radicate nel presente, sia per i mezzi utilizzati che dal punto di vista dell’osservatore. Pur essendo distaccate, disturbanti e surreali risvegliano un insolito sentimento di familiarità. Le scene sviluppate da Netzhammer non possono essere decifrate razionalmente ed anzi al loro interno si ramificano, si intrecciano e penetrano diversi livelli di significato, come in un sogno. Le sue opere sono simbolo di brame e paure e le figure astratte e asessuate fungono da superficie di proiezione di questi stati d’animo.

Dopo una formazione professionale come disegnatore per l’edilizia del soprassuolo Netzhammer ha deciso di dedicarsi all’arte – con successo immediato. Ha ricevuto infatti numerosi premi per le sue creazioni, come per esempio il «Prix Mobilière» nel 2002, che allora si chiamava ancora «Prix Providentia». Nel 1999 è diventato noto al grande pubblico grazie ai disegni per l'inserto del «Tages-Anzeiger». Ha inoltre esteso la sua attività artistica collaborando a produzioni teatrali. Nel 2007 Netzhammer ha rappresentato la Svizzera alla Biennale di Venezia.

 

Yves Netzhammer è nato ad Affoltern am Albis nel 1970, vive e lavora a Zurigo.

Campi di attività: disegni, video, installazioni

X Meno
vedi anche