ohne Titel

57 x 77 x 4.6 cm
Materials and Techniques
tecnica mista

Daniel Spoerri diede vita negli anni Sessanta a una nuova corrente artistica, la Eat-Art (arte a tavola) e realizzò i cosiddetti «Tableaux pièges», o anche «quadri-trappola», in cui erano conservati resti di cibo. Per Spoerri l'arte culinaria è parte dell'arte figurativa.

Ulteriori informazioni sull'artista