Salutami

1997,
Materials and Techniques
acrilico su tela di lino

L'artista amava stare seduta di notte sul muretto di cinta delia sua piccola casa nei pressi di Orvieto e, canticchiando la canzone «Salutami le stelle» di Francesco de Gregori, osservare il cielo infinitamente stellato. Questi momenti le davano l'ispirazione per la sua arte, alla quale intendeva dedicarsi completamente dopo il suo pensionamento come maestra. Con la sua morte nella primavera del 1998, si interruppe la carriera di un'artista proprio quando stava vivendo un ulteriore culmine con dipinti qualitativamente importanti.

Ulteriori informazioni sull'artista